apprendimento cooperativo scuola primariaPPRENDIMENTO scuola secondariaOOPERATIVO

Scuola secondaria 2° grado

1a unità didattica "La cellula "

2a unità didattica "I Greci"       3a unità didattica "Macromolecole"

 

LA CELLULA

CLASSE 1 B ITC LUNARDI BRESCIA

Materia: scienze                                                             Ore previste: 9 ore         

UNITA’ DIDATTICA :LA CELLULA

Decisioni preliminari

Obiettivi scolastici:

           conoscere struttura e funzione organuli cellulari (mitocondri,cloroplasti,ribosomi,nucleo,reticolo endoplasmatico,apparato del Golgi)

           conoscere struttura membrana cellulare

           conoscere i trasporti passivi (diffusione semplice,diffusione facilitata e osmosi)  e attivi

           

Obiettivo sociale:

Ascolto

Interdipendenza di scopo:

Presentare uno schema sulle strutture che compongono la cellula

Inventare  domande

Preparare uno schema sui trasporti attivi e passivi

Raggiungere un certo punteggio nella verifica finale di gruppo.

Dimensioni e metodo di formazione:

METODO DI FORMAZIONE GRUPPI:utilizzo termini delle lezioni precedenti, li distribuisco e i ragazzi si devono cercare

23 alunni: 5 GRUPPI DA QUATTRO E 1 DA TRE

Eterogenei per abilità sociali

Interdipendenza di Identità: “caccia al compagno di gruppo”, attività di riscaldamento per  scelta  nome e  motto del gruppo.

Interdipendenza di ambiente/Sistemazione aula:  ad ogni gruppo è assegnata una parte dell’aula.

Interdipendenza di Materiale:

divisione delle sezioni di materiale tra i gruppi: ad ogni gruppo sarà assegnato il materiale in un'unica copia;ogni alunno avrà una biro di colore diverso

Interdipendenza di compito: ogni componente deve eseguire una parte specifica del lavoro di gruppo, compito che ruota all'interno della stessa fase e da una fase all'altra.

Interdipendenza di valutazione:

Valutazione individuale: 2 domande scritte ad ogni alunno poste alla fine del lavoro di gruppo

Valutazione di gruppo:

CARTELLONE

Per ogni informazione fondamentale riportata sul cartellone

2x

Per ogni informazione meno rilevante

1x

Ogni disegno corretto

1 x

Se presente il contributo di tutti i componenti del gruppo (riconoscibile con il colore della biro)

SCALA DA 1 A 4*

*1 se presente il colore solo di un componente del gruppo

   2 se presente colore  di due componenti gruppo

   3 se presente colore  di tre componenti gruppo

   4 se presente colore  di quattro componenti gruppo

TORNEO

Numero risposte corrette

1 x

VALIUTAZIONE INDIVIDUALE: schede di verifica individuali.

Risposte giuste alle domande di verifica

                      1 x

VALUTAZIONE DELLE ABILITA' SOCIALI: strutturata con apposita scheda ed eseguita dall'insegnante.

Insegnante passa tra i banchi e osserva comportamento di ascolto:

6 GRUPPI /36 MIN=6 MIN A GRUPPO

OGNI 2 MIN DA’ VALUTAZIONE DA 1 A 10 …. QUINDI 3 VALUTAZIONI A GRUPPO DI CUI POI SI FA LA SOMMA.

GRUPPI

I°VALUTAZIONE

II°VALUTAZIONE

III°VALUTAZIONE

SOMMA

1

       

2

       

3

       

4

       

5

       

6

       

VALUTAZIONI SU SCALA DA 1 A 10.

NB: la valutazione individuale e quella delle abilità sociali , vengono sommate a quella di gruppo.

Punteggi ottenuti dai gruppi scritti su un foglio che rimarrà dentro il registro dove ci saranno tutti i nomi dei gruppi con le crocette dei punteggi ottenuti.

Revisione :

INDIVIDUALE: Autovalutazione individuale da mettere in un diario

Nome: __________________

Come valuti il tuo comportamento nel lavoro di gruppo?        

Motiva la tua auto-valutazione. _____________________________________________________________________

Hai ascoltato i tuoi compagni quando esprimevano un’opinione?      

Hai rispettato il tuo compito/ruolo all’interno del gruppo?   

DI CLASSE:          Come avete lavorato in gruppo?

                               Quali difficoltà avete incontrato?Come  mai?

                               Come possiamo migliorare la prossima volta?

PROCEDURA

1. FASE: costruzione identità di gruppo    2 ORE

FASE 1:

METODO DI FORMAZIONE GRUPPI:utilizzo termini delle lezioni precedenti, li distribuisco e i ragazzi si devono cercare

22 alunni: 4 GRUPPI DA QUATTRO E 2 DA TRE

Eterogenei per abilità sociali

·         ENZIMA – PROTEINA – EMOGLOBINA

·         AMIDO – CELLULOSA – GLICOGENO

·         CARBOIDRATI – MONOSACCARIDI – DISACCARIDI – POLISACCARIDI

·         FOSFOLIPIDE – TESTA – CODA – MEMBRANA CELLULARE

·         LIPIDI – TRIGLICERIDE – GLICEROLO – ACIDO GRASSO

·         PICCOLE MOLECOLE – LUNGHE CATENE DI CARBONIO – MOLECOLE INORGANICHE – MOLECOLE ORGANICHE

(TEMPO 10 MINUTI)

FASE 2: ATTIVITA’ DI RISCALDAMENTO:

GIOCHI PER CONOSCERSI

Intervistiamoci :     1. I gruppi da quattro si dividono in coppie

2.si distribuisca ai membri di tutti i gruppi il Foglio dell’intervista(una copia a coppia):

Che cosa ti è più difficile fare?

Qual è lo scherzo che ti fa ridere di più

Come definisci l’amicizia?

Qual è il valore più importante per te?

Quando ti senti perfettamente a tuo agio?

Se non fossi come sei,come vorresti essere?

Dove vai per rimanere solo?

Qual è la cosa a cui sei più affezionato?

Che cosa ti capita di sognare più spesso ad occhi aperti?

A chi credi maggiormente?

In quale situazione ti senti molto a disagio?

In quali circostanze diresti una bugia?

Dove ti piacerebbe di più vivere?

Qual è lo scopo principale della vita?

Qual è la cosa che il tuo peggior nemico ti potrebbe dire?

Qual è la cosa che il tuo miglior amico ti direbbe?

Se avessi disposizione una grande somma,cosa faresti?

                                               3.Ciascuno scelga dal foglio dell’intervista 5 domande da sottoporre al compagno

4.Si invertono i ruoli chi prima è stato intervistato scelga a sua volta 5 domande da porre all’intervistatore (PRIMI 4 PUNTI 20 MIN)

5.Si riforma il gruppo da 4.Ognuno presenta il compagno intervistato agli altri.(TEMPO 20 MIN)

(TOT 50 MIN)

FASE 3:ATTIVITA’ DI RISCALDAMENTO                                     

INTERDIPENDENZA DI IDENTITA’ : Prima Diagramma di Venn:trovare caratteristiche comuni tra i componenti del gruppo.

DIAGRAMMA DI VENN:

                                               1.Gruppi da 4 già formati

                                               2.si presenti la struttura essenziale del diagramma di Venn e la si descriva. Il diagramma di Venn è costituito da due cerchi che si sovrappongono,e serve per rappresentare che cosa hanno in comune(la parte sovrapposta) e in che cosa sono differenti(le parti distinte)


                NOME:                                                                                               NOME:

                                               3.Si proponga al gruppo di trovare quali caratteristiche hanno in comune e in quali caratteristiche differiscono(Accanto ad ogni cerchio mettere il nome dei membri componenti il gruppo).


                NOME:                                                                                               NOME:


                               NOME:                                                                                NOME:

                                               4.Ricerca di elementi più immediatamente comuni (età,genere,colore dei capelli ,colore degli occhi…) per poi passare a caratteristiche psicologiche o cognitive o ad interessi.

                                               5.la riflessione deve concludersi con la ricerca di uno SLOGAN o di un NOME da assegnare al gruppo,che sottolinei allo stesso tempo gli aspetti che accomunano e differenziano i membri. Ad esempio:”Uniti nella diversità”,oppure “Team arcobaleno”

(TEMPO 36 MIN)

FASE 1 + FASE 2 :2 ORE 50 MIN + 36 MIN= 86

AVANZANO 14 MIN PER CONDIVIDERE CON LA CLASSE I NOMI DEI GRUPPI TROVATI

2. FASE                                                                                                          2 ORE

OBIETTIVO SOCIALE:

ascolto

OBIETTIVO DIDATTICO:

Conoscere la struttura organuli cellulari

INTERDIPENDENZA DI SCOPO:

Preparare uno schema sulle strutture che compongono la cellula

INTERDIPENDENZA DI AMBIENTE:

 ad ogni gruppo è assegnata una parte dell’aula.

INTERDIPENDENZA DI MATERIALE:

un unico cartellone,un unico libro,un'unica copia di materiale aggiunto (fotocopie),un solo foglio con l’indicazione di come avverrà la valutazione del lavoro di gruppo (sia scolastica che sociale).

Ogni alunno una biro di colore diverso.

Insegnate introduce l’argomento,spiega la struttura della lezione e il sistema di valutazione

Si formano i gruppi (TEMPO  10 min)

JIGSAW

Assegnato ad ogni alunno del “GRUPPO DI ORIGINE” una parte dell’argomento:

                                               ALUNNO A:CLOROPLASTI e MITOCONDRI 

                                               ALUNNO B:MEMBRANA CELLULARE

                                               ALUNNO C:APPARATO GOLGI e RETICOLO ENDOPLASMATICO                                                                                ALUNNO D:RIBOSOMI e NUCLEO

  1. Lettura individuale del materiale assegnato. (TEMPO  5 min)
  2. I componenti dei vari gruppi di origine che hanno ricevuto la stessa parte di materiale si uniscono nei “GRUPPI DEGLI ESPERTI” (COPPIE),dove approfondiscono la propria sezione per presentarla,poi,ai compagni del “gruppo di origine” (TEMPO 10 min) 
  3. Gli esperti si riuniscono al loro gruppo di origine e presentano ai compagni,a turno,le parti che hanno studiato (TEMPO 36 MIN)
  4.  

ALUNNO A:presenta la parte che ha trattato nel gruppo degli esperti (SPIEGA)

ALUNNO B: scrive sul cartellone (SCRIVE)

ALUNNO C:disegna la figura (DISEGNA)

ALUNNO D: Controlla sul libro (CONTROLLA)

Per ogni argomento trattato gli alunni si scambiano i compiti (ogni 9 min)

Gruppo da tre :scrive e disegna

VALUTAZIONE: (TEMPO 15 min)

VALIUTAZIONE INDIVIDUALE: schede di verifica individuali.

2 domande scritte ad ogni alunno. (1 PUNTO per ogni risposta corretta)

VALUTAZIONE DELLE ABILITA' SOCIALI: strutturata con apposita scheda ed eseguita dall'insegnante.

Insegnante passa tra i banchi e osserva comportamento di ascolto:

OGNI 2 MIN DA’ VALUTAZIONE DA 1 A 10 …. QUINDI 3 VALUTAZIONI   A GRUPPO che verranno sommate.

VALUTAZIONE DI GRUPPO:

2 punti Per ogni informazione fondamentale riportata sul cartellone

1 punto Per ogni informazione meno rilevante

1 punto per Ogni disegno corretto

Se presente il contributo di tutti i componenti del gruppo (riconoscibile con il colore della biro)

SCALA DA 1 A 4

La valutazione individuale e quella delle abilità sociali , vengono sommate a quella di gruppo.

REVISIONE : (TEMPO 15 min)

AUTOVALUTAZIONE

DI CLASSE

3. FASE                                                                                1 ORA

OBIETTIVO SOCIALE:

ascolto

OBIETTIVO DIDATTICO:

Conoscere la struttura organuli cellulari

INTERDIPENDENZA DI SCOPO:

Inventare  domande

INTERDIPENDENZA DI AMBIENTE:

ad ogni gruppo è assegnata una parte dell’aula.

INTERDIPENDENZA DI MATERIALE:

un unico libro,un'unica copia di materiale aggiunto (fotocopie),un solo foglio dove scrivere le domande. Una copia del sistema di valutazione (sia scolastica che sociale).

Ogni alunno una biro di colore diverso.

Insegnate introduce l’argomento,spiega la struttura della lezione e il sistema di valutazione

Si formano i gruppi (TEMPO  10 MIN)

Ripasso delle conoscenze acquisite: (TEMPO 36 MIN)

 ALUNNO A:inventa domande (INVENTORE)

ALUNNO B:scrive le domande (SCRITTORE)

ALUNNO C: risponde a domande

ALUNNO D: controlla sul libro,sulle fotocopie,sullo schema (CONTROLLORE)

(Ogni 6 minuti  gli alunni  cambiano il compito)

Gruppo da tre: inventa le domande e le scrive

VALUTAZIONE:

VALUTAZIONE DELLE ABILITA' SOCIALI: strutturata con apposita scheda ed eseguita dall'insegnante.

Insegnante passa tra i banchi e osserva comportamento di ascolto:

OGNI 2 MIN DA’ VALUTAZIONE DA 1 A 10 …. QUINDI 3 VALUTAZIONI   A GRUPPO che verranno sommate.

VALUTAZIONE DI GRUPPO:

2 punti Per ogni domanda scritta corretta

1 punto Per ogni risposta  corretta

Se presente il contributo di tutti i componenti del gruppo (riconoscibile con il colore della biro) SCALA DA 1 A 4

La valutazione individuale e quella delle abilità sociali , vengono sommate a quella di gruppo.

REVISIONE: (TEMPO 9 min)

AUTOVALUTAZIONE

DI CLASSE :         Come avete lavorato in gruppo?

                               Quali difficoltà avete incontrato?Come  mai?

                               Come possiamo migliorare la prossima volta?

4. FASE                                                                                2 ORE

OBIETTIVO SOCIALE:

ascolto

OBIETTIVO DIDATTICO:

Conoscere i trasporti  attivi e passivi

INTERDIPENDENZA DI SCOPO:

Preparare uno schema sui trasporti attivi e passivi

INTERDIPENDENZA DI AMBIENTE:

 ad ogni gruppo è assegnata una parte dell’aula.

INTERDIPENDENZA DI MATERIALE:

un unico cartellone,un unico libro,un'unica copia di materiale aggiunto (fotocopie),un solo foglio con l’indicazione di come avverrà la valutazione del lavoro di gruppo (sia scolastica che sociale).

Ogni alunno una biro di colore diverso.

Insegnate introduce l’argomento,spiega la struttura della lezione e il sistema di valutazione

Si formano i gruppi (TEMPO  10 MIN)

JIGSAW

Assegnato ad ogni alunno del “GRUPPO DI ORIGINE” una parte dell’argomento:

                                               ALUNNO A:TRASPORTO PASSIVO  DIFFUSIONE  SEMPLICE

                                               ALUNNO B : TRASPORTO PASSIVO  DIFFUSIONE FACILITATA

                                               ALUNNO C:TRASPORTO PASSIVO  OSMOSI                       

                                               ALUNNO D:TRASPORTO ATTIVO

  1. Lettura individuale del materiale assegnato. (TEMPO  5 MIN)
  2. I componenti dei vari gruppi di origine che hanno ricevuto la stessa parte di materiale si uniscono nei “GRUPPI DEGLI ESPERTI” (COPPIE),dove approfondiscono la propria sezione per presentarla,poi,ai compagni del “gruppo di origine” (TEMPO    10 MIN) 
  3. Gli esperti si riuniscono al loro gruppo di origine e presentano ai compagni,a turno,le parti che hanno studiato (TEMPO 36 MIN)

ALUNNO A:presenta la parte che ha trattato nel gruppo degli esperti (SPIEGA)

ALUNNO B: scrive sul cartellone (SCRIVE)

ALUNNO C:disegna la figura (DISEGNA)

ALUNNO D: Controlla sul libro (CONTROLLA)

Per ogni argomento trattato gli alunni si scambiano i compiti ogni 9 min

Gruppo da tre :scrive e disegna

VALUTAZIONE: (TEMPO 15 MIN)

VALIUTAZIONE INDIVIDUALE: schede di verifica individuali.

2 domande scritte ad ogni alunno. (1 PUNTO per ogni risposta corretta)

VALUTAZIONE DELLE ABILITA' SOCIALI: strutturata con apposita scheda ed eseguita dall'insegnante.

Insegnante passa tra i banchi e osserva comportamento di ascolto:

OGNI 2 MIN DA’ VALUTAZIONE DA 1 A 10 …. QUINDI 3 VALUTAZIONI   A GRUPPO che verranno sommate.

VALUTAZIONE DI GRUPPO:

2 punti Per ogni informazione fondamentale riportata sul cartellone

1 punto Per ogni informazione meno rilevante

1 punto per Ogni disegno corretto

Se presente il contributo di tutti i componenti del gruppo (riconoscibile con il colore della biro)

SCALA DA 1 A 4

La valutazione individuale e quella delle abilità sociali , vengono sommate a quella di gruppo.

REVISIONE: ( TEMPO 15 min)

AUTOVALUTAZIONE

DI CLASSE

5. FASE                                                                                2 ORE

OBIETTIVO SOCIALE:

ascolto

OBIETTIVO DIDATTICO:

  1. conoscere struttura e funzione organuli cellulari (mitocondri,cloroplasti,ribosomi,nucleo,reticolo endoplasmatico,apparato del Golgi)
  2. conoscere struttura membrana cellulare
  3. conoscere i trasporti passivi (diffusione semplice,diffusione facilitata e osmosi)
  4.  

INTERDIPENDENZA DI SCOPO:

Raggiungere un certo punteggio nella verifica finale di gruppo.

INTERDIPENDENZA DI MATERIALE:

un unico libro,un'unica copia di materiale aggiunto (fotocopie),un solo foglio con l’indicazione di come avverrà la valutazione del lavoro di gruppo (sia scolastica che sociale).  Una copia  delle carte che verranno usate nel torneo (per fare le carte prendo spunto dal le domande inventate dai ragazzi nei lavori precedenti)

Insegnate introduce l’argomento,spiega la struttura della lezione e il sistema di valutazione. Si formano i gruppi

PRIMA DEL TORNEO RIPASSO DELL’ARGOMENTO

1.Si fornisce una copia a gruppo  delle carte che verranno usate nel torneo (PER FARE LE CARTE PRENDO SPUNTO DAL LE DOMANDE INVENTATE DAI RAGAZZI NEI LAVORI PRECEDENTI)

2.Lavoro di gruppo 36 min:

OGNI 2 CARTE I compiti  SI CAMBIANO

                ALUNNO A:prende una carta  e la legge

                ALUNNO B:risponde

                ALUNNO C:suggerisce 

                ALUNNO D: controlla sul materiale a disposizione

(Gruppo da tre alunni tolgo il suggeritore)

TORNEO A GRUPPI (competizione equa)

Si organizzano nuovi gruppi “omogenei” composti da studenti con lo stesso rendimento scolastico che provengono dai gruppi di “origine” diversi.

All’interno di questi gruppi gli studenti si sfidano rispondendo a delle domande. Sulla base delle risposte ogni alunno ottiene dei punti che,sommandosi a quelli degli altri componenti del suo gruppo di “origine”,costituiscono il risultato finale.

1.L’insegnante predispone un tavolo al centro della classe attorno al quale posiziona delle sedie. Sul tavolo dispone un mazzo di carte coperte,ognuna presenta una domanda in relazione agli argomenti studiati.

2.Insegnante chiama un componente per gruppo (cercando di fare gruppi “omogenei” per competenze scolastiche) 6 ALUNNI

Gli altri alunni osservano il gioco,possono incoraggiare ed elogiare i compagni di squadra,ma mai suggerire,pena la perdita di un punto.

Primo alunno prende una carta dal mazzo e la legge ad alta voce:

Se conosce la risposta,la dà e chiede se qualcuno vuole metterla in dubbio. Il giocatore alla destra ha la possibilità di sfidarlo per primo e così via.

Se non c’è nessuno sfidante,si controlla la risposta:se è giusta il giocatore prende un punto,se è sbagliata la mette in fondo al mazzo.

Se c’è la sfida,lo sfidante dà la sua risposta. Se è corretta lo sfidante ottiene un punto;se è sbagliata e quella originale giusta,lo sfidato ottiene un punto e lo sfidante(e con lui la squadra) deve cederne uno vinto in precedenza.

Se entrambe le risposte sono sbagliate la carta viene messa in fondo al mazzo

Se il giocatore non conosce la risposta,chiede se qualche altro giocatore vuole rispondere al suo posto. Se nessuno vuole rispondere la ripone in fondo al mazzo. Se un altro giocatore vuole rispondere si ripete la procedura precedente

Si fa un giro a testa, dopo di che si cambia gruppo

VALUTAZIONE:

TORNEO

Numero risposte corrette

1 x

Somma dei punteggi ottenuti dai componenti del gruppo di “origine”

(TORNEO + VALUTAZIONE TEMPO 35 MIN)

REVISIONE FINALE(TEMPO 20 MIN)

INDIVIDUALE: Autovalutazione individuale

DI CLASSE:

Come avete lavorato in gruppo?

Quali difficoltà avete incontrato?Come  mai?

Come possiamo migliorare la prossima volta?

INTERDIPENDENZA  DI  RICOMPENSA: il gruppo che avrà totalizzato il maggior numero di punti potrà scegliere (contrattare con l’insegnate) il premio. Se però tutti i gruppi avranno raggiunto una certa soglia.